La poesia italiana degli anni Duemila. Un percorso di lettura eBook

Squillogame.it La poesia italiana degli anni Duemila. Un percorso di lettura Image

Leggi il libro di La poesia italiana degli anni Duemila. Un percorso di lettura direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di La poesia italiana degli anni Duemila. Un percorso di lettura in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su squillogame.it.

«Se ne scrivono ancora»: così, negli anni Sessanta del Novecento, Vittorio Sereni esprimeva il proprio stupore di fronte alla sopravvivenza, al perdurante privilegio della poesia. Mezzo secolo dopo, dovremmo forse affermare: «Se ne leggono ancora». Malgrado le troppe banalità intorno alla crisi della poesia italiana e alla sua scarsa visibilità, questo genere è capace di resistere e rinnovarsi. Le molte voci che inverano il poetico seguono infatti un originalissimo percorso mediale, tanto più prezioso perché realizzato dentro il mondo della transmedialità. Valorizzando la propria attitudine a confondersi con la lingua di tutti, la poesia assolve compiti forse cruciali: ricordarci la fragilità dell'esperienza estetica, e insieme reclamare lettori che sappiano entrare nei testi con strumenti diversi da quelli che la tradizione (anche del Novecento) ci ha lasciato in eredità.

NOME DEL FILE: La poesia italiana degli anni Duemila. Un percorso di lettura.pdf

DIMENSIONE: 3,80 MB

DATA: 2017

SCARICARE
LEGGI

La poesia italiana degli anni Duemila. Un percorso di ...

Esce in questi giorni, presso Carocci, La poesia italiana degli anni Duemila - Un percorso di lettura, di Paolo Giovannetti, uno dei critici italiani più attenti alla contemporaneità. Ed è un ...

La poesia italiana degli anni Duemila. Un percorso di ...

Prof. Paolo Giovannetti, Lei è autore del libro La poesia italiana degli anni Duemila. Un percorso di lettura edito da Carocci: c'è ancora spazio per la poesia? Insomma, se uno scrive un libro sulla poesia d'oggi (e non è il primo che pubblico) si presume che qualche fiducia nella sua vitalità ce l'abbia. Credo che si debba pensare in […]

LIBRI CORRELATI